Menu

Capra Orobica

La Capra Orobica, razza autoctona delle Prealpi Orobie è diffusa non soltanto in Val Gerola e nel fondovalle della bassa Valtellina (Provincia di Sondrio), ma anche nelle provincie di Lecco e Bergamo. Questa razza rustica adatta all’alpeggio ha duplice attitudine: oltre alla carne, è apprezzato il latte che nella percentuale del 10-20% viene utilizzato nella produzione dello Storico.

Formaggi Capra Orobica

Capra orobicaPer la valorizzazione di questa razza a rischio di estinzione, recentemente si è costituita L’ Associazione produttori formaggi Capra Orobica, che aderisce al progetto Principi delle Orobie per la promozione del territorio.
I prodotti tradizionali della capra Orobica rientrano nella categoria dei formaggi caprini a latte crudo e a pasta cruda o semicotta, di piccola o media pezzatura,a breve o media maturazione . La stagionatura minima è di 3 giorni dopo la salatura a secco (nella variante concrosta fiorita naturale viene chiamato anche “fiorone”).
E' ammesso solo l'uso di caglio naturale di vitello o di capretto. Non sono ammessi fermenti selezionati ma solo del siero innesto. Il prodotto non prevede l’ aggiunta di aromatizzanti
(erbe, pepe, peperoncino).

I formaggi di Capra Orobica sono prodotti tutto l’anno. Durante il periodo di pascolo, che non deve essere inferiore ai 7 mesi, fatte salve le esigenze derivate da straordinarie avversità (siccità, grandine, piogge prolungate) l'integrazione con alimenti concentrati semplici non deve superare 0,2 kg di sostanza secca.
Non sono ammessi insilati e fasciati. Non sono ammessi mangimi completi.
Durante il periodo in stalla le capre devono poter accedere a spazi aperti una volta alla settimana.
La durata della mungitura, fatte salve cause patologiche o eccezionali non deve essere inferiore a 150 giorni.

Video Bitto Storico - Slow Food

Video Slowfood Bitto

Bthechange

Iscrizione newsletter

Presidio Slow Food

presidio slow food

Blog Ribelli Del Bitto

ribelli del bitto blog